pagopa2

PagoPA è un'iniziativa che consente a cittadini e imprese di pagare in modalità elettronica la Pubblica Amministrazione.


PagoPA è un ecosistema di regole, standard e strumenti definiti dall'Agenzia per l'Italia Digitale e accettati dalla Pubblica Amministrazione, dalle Banche, Poste ed altri istituti di pagamento (Prestato di servizi di pagamento - PSP) aderenti all'iniziativa.

 

PagoPA garantisce a privati e aziende:

  • Sicurezza e affidabilità nei pagamenti;
  • Semplicità e flessibilità nella scelta delle modalità di pagamento;
  • Trasparenza nei costi di commissione.

PagoPA garantisce alle pubbliche amministrazioni:

  • Certezza e automazione nella riscossione degli incassi;
  • Riduzione dei costi e standardizzazione dei processi interni;
  • Semplificazione e digitalizzazione dei servizi.

PagoPA è stato realizzato da AgID in attuazione dell'art. 5 del Codice dell'Amministrazione Digitale e dal D.L. 179/2012.

AgID ha predisposto le Linee guida che definiscono regole e modalità di effettuazione dei pagamenti elettronici e ha realizzato inoltre l'infrastruttura tecnocologica Nodo dei Pagamenti-SPC, che assicura l'interoperabilità fra gli attori coinvolti nel sistema.

 



AccediAlServizio

(Non attivo)

IPSOA

17 Gennaio 2019

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Bilancio
  • Nuova tassonomia XBRL per i bilanci 2018
    Con comunicato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’8 gennaio 2019, il Ministero dello Sviluppo economico ha reso noto che - dal 23 novembre 2018 - è disponibile sul sito istituzionale dell’AGID - Agenzia per l'Italia digitale la nuova versione delle tassonomie XBRL dei documenti che compongono il bilancio ai fini del deposito al registro delle imprese. La nuova tassonomia PCI 2018-11-04 si applicherà obbligatoriamente a partire dal 1° marzo 2019 per i conti annuali e consolidati redatti secondo le regole civilistiche post D.Lgs. n. 139/2015 riferiti ad esercizi chiusi il 31 dicembre 2018 o in data successiva.
  • IFRS 16 Leasing: efficace per i bilanci annuali che hanno inizio dal 1° gennaio 2019
    Con un comunicato stampa del 9 gennaio 2019, l’International Financial Reporting Standards (IFRS) ricorda che l'IFRS 16 Leasing, che sostituisce lo IAS 17 Leasing e le relative interpretazioni, sarà efficace per i bilanci annuali che hanno inizio dal 1 ° gennaio 2019 o successivamente. Tra i vantaggi che deriveranno dalla applicazione dell'IFRS 16 ci sarà la facilitazione di confrontare le società che affittano le loro attività con società che prendono in prestito denaro per acquistare i loro beni, creando condizioni di parità.
  • Revisori legali: pagamento del contributo annuale entro il 31 gennaio
    Il 31 gennaio scade il termine per il versamento del contributo annuale di iscrizione all’Albo dei Revisori legali per l’anno 2019, il cui importo è pari ad euro 26,85. A comunicarlo è il Ministero dell’Economia e delle Finanze il quale ricorda, inoltre, che gli interessati riceveranno un avviso di pagamento presso la casella PEC personale risultante dal Registro dei revisori legali, ovvero a mezzo del servizio postale ordinario.
  • La contabilizzazione delle trasformazioni societarie progressive
    La contabilizzazione delle trasformazioni di società di persone in società di capitali, per le quali manca uno specifico principio contabile, risente sia delle norme fiscali in materia, sia della previsione civilistica per cui il capitale deve essere determinato sulla base dei valori attuali degli elementi dell’attivo e del passivo, come risultanti dall’apposita relazione giurata di stima, da cui consegue la possibilità di contabilizzare i plusvalori latenti nel patrimonio della società; di contro la contabilizzazione dei minusvalori latenti deve intendersi obbligatoria. Con il presente contributo si intendono trattare organicamente le varie problematiche che tali interferenze comportano sul bilancio di una società oggetto di trasformazione progressiva.
  • Revisori Enti Locali: adeguati i compensi al tasso di inflazione
    Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto 21 dicembre 2018 del Ministero dell’Interno di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze con cui viene stabilito un aumento dei compensi del 20,3% adeguando le cifre al tasso d’inflazione. I limiti massimi stabiliti sono da intendersi al netto dell'IVA e dei contributi previdenziali posti a carico dell'ente da specifiche disposizioni di legge e decorrono a partire dal 1° gennaio 2019.

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Terni

Corso del Popolo, 63 - 05100 - Terni
Tel. 0744 429152
Fax 0744 429152
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orario di apertura della segreteria

  Mattina Pomeriggio
Lunedì 09:00 - 12:00 15:00 - 18:00
Martedì 09:00 - 12:00 CHIUSO
Mercoledì 09:00 - 12:00 CHIUSO
Giovedì 09:00 - 12:00 CHIUSO
Venerdì 09:00 - 12:00 CHIUSO

 

Dove siamo 

ISTITUZIONALI

 

UTILI

Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Dottori Commercialisti

Cassa Nazionale Ragionieri Commercialisti

Agenzia delle Entrate Ufficio Provinciale di Terni - Territorio

 Ministero dell'Economia e delle Finanze

 

Contatti

ODCEC TERNI

Corso del Popolo, 63

05100 - Terni

Tel 0744 429152

Fax 0744 429152

segreteria@odcecterni.it