pagopa2

PagoPA è un'iniziativa che consente a cittadini e imprese di pagare in modalità elettronica la Pubblica Amministrazione.


PagoPA è un ecosistema di regole, standard e strumenti definiti dall'Agenzia per l'Italia Digitale e accettati dalla Pubblica Amministrazione, dalle Banche, Poste ed altri istituti di pagamento (Prestato di servizi di pagamento - PSP) aderenti all'iniziativa.

 

PagoPA garantisce a privati e aziende:

  • Sicurezza e affidabilità nei pagamenti;
  • Semplicità e flessibilità nella scelta delle modalità di pagamento;
  • Trasparenza nei costi di commissione.

PagoPA garantisce alle pubbliche amministrazioni:

  • Certezza e automazione nella riscossione degli incassi;
  • Riduzione dei costi e standardizzazione dei processi interni;
  • Semplificazione e digitalizzazione dei servizi.

PagoPA è stato realizzato da AgID in attuazione dell'art. 5 del Codice dell'Amministrazione Digitale e dal D.L. 179/2012.

AgID ha predisposto le Linee guida che definiscono regole e modalità di effettuazione dei pagamenti elettronici e ha realizzato inoltre l'infrastruttura tecnocologica Nodo dei Pagamenti-SPC, che assicura l'interoperabilità fra gli attori coinvolti nel sistema.

 



AccediAlServizio

(Non attivo)

IPSOA

15 Dicembre 2019

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Bilancio
  • Revisori legali: pubblicati gli ultimi due moduli riguardanti le materie caratterizzanti
    A completamento dell’offerta formativa per il 2019, il Mef pubblica gli ultimi due moduli riguardanti le materie caratterizzanti “Principi di revisione nazionali e internazionali” e “Tecnica professionale della revisione”, accessibili dall’area dedicata alla formazione.
  • Principi contabili internazionali: in GUUE le modifiche ai Regolamenti
    Con il Regolamento (UE) 2019/2075 sono stati modificati i Principi contabili internazionali (IAS) 1, 8, 34, 37 e 38; gli International Financial Reporting Standard (IFRS) 2, 3 e 6; le interpretazioni dell’International Financial Reporting Interpretations Committee (IFRIC) 12, 19, 20 e 22; l’interpretazione dello Standing Interpretations Committee (SIC) 32. Le imprese devono applicare le modifiche di cui al Regolamento al più tardi a partire dalla data di inizio del loro primo esercizio finanziario che cominci il primo gennaio 2020 o successivamente. Il regolamento entrerà in vigore il 26 dicembre 2019 ed è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.
  • Leasing: le principali innovazioni introdotte dal nuovo principio IFRS 16
    Assonime ha pubblicato la circolare dal titolo “L’IFRS 16 in tema di leasing: profili contabili e fiscali” che illustra le principali innovazioni introdotte dal nuovo principio, esaminando le tematiche di maggior interesse sul piano interpretativo e applicativo. L’adozione dell’IFRS 16 è stata resa obbligatoria dai bilanci aventi inizio a partire dal 1° gennaio 2019 ed ha rivoluzionato le modalità di rilevazione dei contratti di leasing da parte delle imprese locatarie IAS adopter. La circolare evidenzia che, in caso di attivazione del regime transitorio è la ricostruzione delle vicende reddituali delle operazioni pregresse in doppio binario, con una gestione delle divergenze tra valori contabili e fiscali che può risultare particolarmente gravosa e che per ovviare alle complicazioni della gestione in doppio binario delle operazioni pregresse, il legislatore ha previsto una serie di regimi opzionali di riallineamento.
  • Leasing: possibile partecipare al Survey dell’OIC fino al 6 marzo 2020
    La Fondazione OIC ha pubblicato una specifica survey sul tema del leasing al fine di raccogliere l’opinione degli operatori e nella prospettiva di ottenere gli elementi necessari per promuovere in sede legislativa un'eventuale modifica del piano regolamentare vigente. Gli interessati potranno partecipare alla survey fino al 6 marzo 2020.
  • Check-list Assirevi per la nota dei bilanci IAS/IFRS
    L’Assirevi ha pubblicato la “Lista di controllo delle informazioni integrative da fornire nelle note ai bilanci redatti secondo i principi contabili internazionali”. Il documento rappresenta un importante supporto non solo per l’attività di revisione, ma anche per i redattori che potranno verificare i dettagli oggetto di valutazione da parte dei controllori esterni. Il revisore, tuttavia, dovrà elaborare le check-list di Assirevi adattandole opportunamente alle particolarità dell’incarico, tenendo conto delle dimensioni aziendali, della natura dell’attività dell’impresa, della valutazione dei rischi di revisione e delle modifiche normative, regolamentari e dei principi contabili di riferimento.

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Terni

Corso del Popolo, 63 - 05100 - Terni
Tel. 0744 429152
Fax 0744 429152
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orario di apertura della segreteria

  Mattina Pomeriggio
Lunedì 09:00 - 12:00 15:00 - 18:00
Martedì 09:00 - 12:00 CHIUSO
Mercoledì 09:00 - 12:00 CHIUSO
Giovedì 09:00 - 12:00 CHIUSO
Venerdì 09:00 - 12:00 CHIUSO

 

Dove siamo 

ISTITUZIONALI

 

UTILI

Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Dottori Commercialisti

Cassa Nazionale Ragionieri Commercialisti

Agenzia delle Entrate Ufficio Provinciale di Terni - Territorio

 Ministero dell'Economia e delle Finanze