IPSOA Quotidiano - Impresa

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Impresa
  1. Un futuro che si preannuncia sempre più prossimo per l’uso delle nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale. L’Italia, oltre ad aver previsto appositi fondi per il finanziamento di progetti per la trasformazione digitale, si sta facendo promotore in Europa per assumere un ruolo primario nella diffusione delle nuove tecnologie, candidandosi a ospitare l’Agenzia per l’intelligenza artificiale. Inoltre, il Ministero dello Sviluppo economico ha avviato due Call for Experts per le imprese, una in tema di intelligenza artificiale ed una sulla blockchain. E, nel 2019, è prevista la realizzazione di un cloud nazionale.
  2. La legge di Delegazione europea 2018, all’esame del Senato, prevede il recepimento del regolamento UE che introduce la procedura di ordinanza europea di sequestro conservativo (OESC) dei conti bancari per facilitare il recupero transfrontaliero dei crediti civili e commerciali. Oltre un milione di piccole imprese perdono, infatti, ogni anno circa 600 milioni di euro in mancati incassi per le difficoltà incontrate nel recuperare i crediti. In particolare, l’OESC garantisce una procedura più snella ed economica che consente di vincolare i fondi del debitore in attesa dell’esecuzione, preservando al contempo i diritti del creditore.
  3. Salvataggio dell’Alitalia e nuova presidenza della Consob sono i temi caldi della settimana a fianco della manovra sui conti pubblici che resta al centro. Mercoledì, l’Ue potrebbe lanciare un avvertimento all’Italia che rischia la procedura d’infrazione. Torna il Btp Italia, termometro della fiducia di chi investe.
  4. All’università Bocconi di Milano lunedì Carlos Moedas, commissario europeo per la Ricerca, inaugura l’anno accademico. Mercoledì, l’Istat presenta le prospettive economiche del Paese e Bruxelles si esprime sulla manovra.
  5. Maggiore trasparenza e vigilanza sulle decisioni assunte grazie all’uso dell’intelligenza artificiale, difesa dei diritti degli individui, più forte collaborazione internazionale tra le Autorità di protezione dati, supporto alle attività educative sviluppate su piattaforme di e-learning. Sono queste alcune delle linee strategiche definite dalle Autorità per la protezione dei dati, nel corso della quarantesima conferenza internazionale che si è tenuta a Bruxelles dal 22 al 26 ottobre scorso.