IPSOA Quotidiano - Bilancio e contabilità

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Bilancio
  1. La relazione della società di revisione indipendente sulla verifica di conformità dei processi amministrativi e contabili e dei sistemi informativi coinvolti nella memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi all’agenzia delle entrate.
  2. Il grado di affidabilità del sistema interno di controlli delle aziende ha un notevole impatto sull’ampiezza e sul livello di approfondimento della revisione dei conti. Se per le imprese di grandi dimensioni l’affidabilità è maggiormente garantita, più complicata è la situazione per le piccole e medie imprese, dove l’attività di controllo non è formalizzata. In entrambi i casi, un sistema giudicato affidabile dal revisore riduce l’attività di controllo legale dei conti. Di questi temi si parlerà al Convegno regionale UNGDCEC Toscana, dedicato a “Il giovane revisore alla luce della riforma: opportunità e limiti del network tra professionisti”, in programma a Pontedera il 17 maggio 2019.

    Leggi il programma

  3. Assonime e Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili illustrano la struttura della disciplina delle erogazioni pubbliche come riformulata dal decreto crescita e le principali novità che riguardano, in particolare, l’ambito oggettivo di applicazione degli obblighi di trasparenza delle erogazioni ricevute e il regime sanzionatorio. La nuova formulazione tiene separati gli obblighi di trasparenza delle erogazioni ricevute a cui sono tenuti, da un lato, associazioni, fondazioni, onlus e cooperative sociali che svolgono attività a favore di stranieri, dall’altro le imprese. Vengono inoltre forniti ulteriori chiarimenti sugli ambiti oggettivo e soggettivo e sul regime sanzionatorio.
  4. Con i cambiamenti in atto dell’economia mondiale, i commercialisti devono offrire sempre più una consulenza globale e specialistica. Conseguentemente, diventa fondamentale la partecipazione della professione italiana al processo normativo e di standard setting internazionali in tutte le fasi del complesso iter di emanazione di direttive e regolamenti, in particolare nell’area della revisione, del reporting e della formazione professionale. E diventa, dunque, fondamentale il ruolo di coloro che, all'interno delle organizzazioni internazionali, partecipano alla formazione e alla definizione degli standard, facilitando l'emergere delle esigenze della professione contabile italiana. È ormai tempo di governare il cambiamento e non essere governati: ma soprattutto continuare a garantire ai commercialisti un ruolo ed una funzione ben definita e riconoscibile a livello nazionale ed internazionale.
  5. Il gruppo di lavoro sulle società cooperative formato dall’Alleanza delle Cooperative e dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, ha pubblicato un documento dedicato alle conseguenze apportate dal Dlgs n. 139/2015, di riforma dei criteri di redazione dei bilanci societari, sul “calcolo della mutualità prevalente”. Il documento si propone di individuare le peculiarità e le criticità relative al calcolo della prevalenza derivanti, in particolare, dall’eliminazione dell’area straordinaria (c.d. aggregato “E”, ove erano imputati “proventi e oneri straordinari”), nonché da altri nuovi criteri di classificazione e/o valutazione, quali, ad esempio, l’applicazione del nuovo criterio del costo ammortizzato.
  6. Il principio di derivazione rafforzata dell’imponibile fiscale dal bilancio civilistico ha rilevanti implicazioni anche sul piano accertativo. Infatti, in tutte le ipotesi nelle quali i principi contabili offrano diverse soluzioni al redattore del bilancio, l’Amministrazione finanziaria potrà disconoscere quella adottata. Ma lo potrà fare solo provando, con una persuasiva motivazione, che la stessa è stata scelta non in funzione della corretta rappresentazione contabile, quanto con l’unico scopo di assicurarsi un favorevole assetto impositivo. Oggi più che in passato, dovremmo abituarci ad un Fisco che farà copioso utilizzo delle norme civilistiche in materia di rendiconti annuali e di principi contabili governate da fondamenti talvolta molto diversi da quelli che tradizionalmente permeano le questioni più strettamente tributarie. Il professionista è pronto?

Contatti

ODCEC TERNI

Corso del Popolo, 63

05100 - Terni

Tel 0744 429152

Fax 0744 429152

segreteria@odcecterni.it