banner area riservata

ORDINE

MODULISTICA

pagopa2

directio

IPSOA Quotidiano - Lavoro

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Una domanda ogni giorno più pressante a proposito della tutela del lavoro nel nostro Paese: cosa sta accadendo in Cassazione? Mi chiedo: sino a quando dovremo assistere al fenomeno di due Cassazioni a proposito dei morti per tumori professionali, primi fra tutti quelli causati dall’amianto sulla responsabilità penale? Ma anche per le vittime di stalking occupazionale, dove manca un’apposita, specifica norma incriminatrice e per gli obblighi del preposto che devono sovrintendere e vigilare sull’osservanza da parte dei singoli lavoratori degli obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Anche quest’anno, purtroppo, si stanno scontrando due Cassazioni…
  2. Contratto di espansione, riforma fiscale, novità sul lavoro agile e in materia di licenziamenti, nonché appalti genuini e ammortizzatori sociali. Sono alcuni dei temi di attualità che i relatori, presenti al Forum One LAVORO, sono riusciti con grande capacità a trattare coniugando rigore scientifico e chiarezza espositiva. E poi una tavola rotonda per parlare di salario minimo, quale elemento di opportunità di crescita o di freno alla contrattazione collettiva, con la presenza dei massimi esperti delle istituzioni e del mondo accademico. Insomma, un grande successo per la convention organizzata da Wolters Kluwer Italia e Dottrina Per il Lavoro a Modena, con oltre 500 persone nell’auditorium e più di 2000 collegamenti online. Dal Forum sono emerse proposte e indicazioni che potranno essere raccolte dal nuovo esecutivo.
  3. Dal mese di giugno a settembre lo smart working è stato interessato da un susseguirsi di scadenze, proroghe e nuove regole. Una vera e propria “gimcana” normativa tra il ritorno al regime ordinario fino al ripristino delle regole in vigore nel periodo emergenziale. La legge di conversione del decreto Aiuti bis, in particolare, ha previsto, fino al prossimo 31 dicembre 2022, il diritto individuale al lavoro agile per i fragili e i genitori di under 14, nonché la possibilità di gestire lo smart working, per tutti i lavoratori dipendenti del settore privato, anche senza accordo e con comunicazione semplificata. Come deve orientarsi il datore di lavoro? Cosa fare per gli accordi individuali già sottoscritti dal 1° settembre?
  4. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in un comunicato stampa del 28 settembre 2022, ha preannunciato l’ufficializzazione della proroga al 14 ottobre del termine previsto per la trasmissione del Rapporto biennale sulla situazione personale maschile e femminile. L’obbligo di inviare il prospetto 2020-2021 era previsto entro il 30 settembre e riguarda le aziende pubbliche e private che occupano più di 50 dipendenti.
  5. Con l’approfondimento del 29 settembre 2022, la Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ha esaminato le due procedure ad oggi attive per la comunicazione al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dell’avvio dello smart working in azienda. Esiste infatti una procedura semplificata, per gli accordi che terminano validità entro il 31 dicembre 2022, e la procedura ordinaria per le restanti fattispecie.