Strumenti di accessibilità

IPSOA Quotidiano - Lavoro

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Il conflitto d’interesse nel rapporto di lavoro è legato agli obblighi di diligenza, fedeltà e non concorrenza e riverbera, in primo luogo, sulla posizione contrattuale del lavoratore, che deve rispettare fondamentali regole affinchè vengano tutelati gli interessi produttivi, commerciali e strategici dell’organizzazione aziendale. Ma cosa accade se tra le regole che l’organizzazione impone con policies aziendali e codici di condotta vi sia anche l’obbligo di segnalare l’esistenza di relazioni sentimentali di carattere privato con i colleghi che siano sottoposti o meno, pena il licenziamento? Questo fenomeno sta accadendo in alcune realtà aziendali, per lo più di matrice anglo-americana, con potenziali effetti anche da noi, trattandosi di multinazionali con branch in Italia. Con quali conseguenze?
  2. Nuovo sgravio contributivo finalizzato all’autoimpiego in settori strategici. E’ quanto previsto dalla legge di conversione del decreto Coesione. Come funziona? L’esonero contributivo è previsto in favore dei soggetti disoccupati che avviino sul territorio nazionale, dal 1° luglio 2024 al 31 dicembre 2025, un’attività imprenditoriale nell’ambito dei settori strategici per lo sviluppo di nuove tecnologie e la transizione digitale ed ecologica e che abbiano, al momento dell’avvio, meno di 35 anni di età. Viene inoltre prevista la possibilità di chiedere un contributo all’INPS pari a 500 euro mensili e concesso per la durata massima di 3 anni. Come si calcola e qual è la misura dello sgravio? E’ cumulabile con altre agevolazioni?
  3. Per i dipendenti da imprese e società esercenti servizi ambientali, Utilitalia, Confindustria Cisambiente, Legacoop Produzione e Servizi, ACGI Servizi, Confcooperative Lavoro e servizi e Assoambiente  con FP CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI e FIADEL hanno sottoscritto in data 9 luglio 2024 il testo unificato del CCNL.  L'intesa incorpora e armonizza gli accordi del 9 dicembre 2021 e 18 maggio 2022 per le aziende municipalizzate e per le aziende private. Il testo unificato decorre dal 9 luglio 2024.

  4. Con la sentenza n. 2615 del 2024, il Tribunale di Roma ha assimilato la figura dell’influencer a quella di agente di commercio, non ritrovando nel nostro ordinamento una puntuale disciplina normativa alternativa. Decisione dalla quale derivano conseguenze che impattano non solo sul piano previdenziale. Infatti, se dal punto di vista di inquadramento previdenziale si configurerebbe l’obbligo di iscrizione e versamento dei contributi all’Enasarco, la definizione come agente di commercio porterebbe ad una serie di tutele minime ed alla necessità di conformarsi agli accordi economici collettivi per aspetti quali, ad esempio, la remunerazione delle provvigioni, la non concorrenza, indennità aggiuntive e di fine rapporto, preavviso e altre tutele a favore dell’agente.
  5. Con l’interpello n. 144 del 2024, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale dei rimborsi per le spese sostenute dai dipendenti per l'attività sportiva praticata dai figli. Secondo le Entrate, il rimborso non rientra fra le cause di esclusione e deve essere assoggettato dal datore di lavoro a tassazione. Quali sono le ragioni a sostegno della tesi dell’Agenzia?