IPSOA Quotidiano - Lavoro

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Fornire "copertura legislativa" alla disciplina pattizia definita tra le parti sociali negli ultimi anni, per stabilire i criteri di misurazione della rappresentatività delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro privati. E' l'obiettivo primario della proposta di legge C. 788 all'esame della Commissione Lavoro della Camera, che attribuisce all'INPS e al Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro compiti e ruoli importanti nel processo di accertamento del peso delle forze sindacali, fissandone il livello di rappresentanza nazionale in una soglia percentuale non inferiore al 5%, considerando la media tra il dato associativo e quello elettorale. Ma se dalla tutela piena della rappresentanza sindacale discende la tutela dei lavoratori e delle imprese, il percorso intrapreso va sulla buona strada?
  2. Il Consiglio dei ministri, riunitosi in data 7 agosto 2020, ha approvato un nuovo dpcm che prevede una serie di misure volte alla tutela del rischio di contagio da Coronavirus tuttora esistente nel nostro Paese. Le nuove regole, che prendono a riferimento le linee guida in materia di sicurezza adottate dalla Conferenza Stato-Regioni, saranno in vigore dal 10 agosto fino al 7 settembre 2020, data in cui potranno essere riviste sulla base dell’andamento dei contagi.
  3. Arriva ad approvazione il decreto Agosto, adottato dal Governo con l’obiettivo di rilanciare l’economia del Paese dopo il fermo delle attività d'impresa imposto dalle misure di contenimento della diffusione del virus Covid-19. Il decreto in particolare concede ulteriori settimane di cassa integrazione fruibili nel periodo ricompreso tra il 13 luglio e il 31 dicembre 2020, introduce nuove tipologie di esonero contributivo per i datori di lavoro, modifica la disciplina dei contratti a termine, definisce le modalità di erogazione del bonus maggio per i liberi professionisti iscritti alle Casse private e proroga il divieto di licenziamento per le imprese.
  4. L’analisi degli ultimi dati relativi all’utilizzo della cassa integrazione guadagni da parte delle imprese fotografano uno scenario che va approfondito e necessita di riflessione. Diminuito dal 2012 al 2018 (con un calo dell’80,61%), il ricorso alla cassa integrazione ha visto una iniziale crescita del 20,20% già nel 2019 e registrato un picco in aprile e maggio 2020 per effetto dal lockdown. La crisi ha travolto un tessuto produttivo già di per sé indebolito e tagliato i redditi dei lavoratori. Nuove e importanti misure sono previste dal decreto Agosto, ma resta viva l’esigenza di una riforma complessiva degli ammortizzatori sociali. Un traguardo raggiungibile?
  5. Dal 30 luglio le aziende sono obbligate al deposito telematico tutti i contratti collettivi di secondo livello - aziendali o territoriali compresi i contratti di prossimità. Il deposito, da effettuare con l’applicativo informatico predisposto dal Ministero del lavoro, dà la possibilità al datore di lavoro di usufruire non solo dei benefici contributivi e fiscali previsti in generale dalla legge, ma anche di poter applicare le clausole derogatorie alla disciplina ordinaria di un determinato istituto contenute negli accordi aziendali e territoriali, come la deroga al limite massimo di assunzione con contratti di lavoro a tempo determinato.