IPSOA Quotidiano - Fisco

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Fisco
  1. Proroga di alcuni versamenti tributari e della riscossione coattiva; rifinanziamento del cash back per i settori della ristorazione, abbigliamento, calzature, mobili ed elettrodomestici; maggiorazione del fondo di dotazione per l’erogazione di contributi statati per l’acquisto di autoveicoli con basse emissioni di Co2; esenzioni IMU per i settori del turismo e dello spettacolo; rinviato al 30 aprile 2021 il secondo acconto per i soggetti Isa e forfettari e nuovi aiuti alle piccole imprese e alle micro imprese. Ed ancora, proroga delle modalità semplificate di svolgimento delle assemblee di società e di altri enti. Sono alcune delle misure previste dal decreto Agosto approvato dal Consiglio dei Ministri.
  2. È parsa un segno di attenzione da parte del Governo la previsione per cui, per i beni di interesse culturale e paesaggistico, il superbonus 110% si applica a tutti gli interventi di risparmio energetico anche se non eseguiti contemporaneamente agli interventi “trainanti” per i quali è normalmente riconosciuto. Di fatto, però, il beneficio è destinato ad avere un ridottissimo ambito di applicazione. Ciò a causa dei limiti posti dalla definizione dei soggetti che possono avvalersene e dell’esclusione degli interventi su immobili di pregio. Il beneficio si traduce così non tanto in uno strumento di rilancio, quanto in una delle tante misure redistributive a cui nell’emergenza si è fatto ricorso. Ed è quanto l’Italia certamente non chiede per uscire dalla recessione post-Covid.
  3. Le imprese si possono patrimonializzare mediante una rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni a costi ridotti e ad effetto rapido. E’ quanto prevede il decreto Agosto. Una rivalutazione economica, quindi, dato che il riconoscimento fiscale dei maggiori valori imputati ai fini civilistici passa attraverso il versamento di un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’IRAP del 3%. Non solo, ma il maggior valore attribuito ai beni e alle partecipazioni si considera riconosciuto, ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP, a decorrere dall’esercizio successivo a quello con riferimento al quale la rivalutazione è stata eseguita.
  4. Per l'Agenzia delle Entrate, che così ha chiarito nella circolare n. 8/E del 3 aprile 2020, la fatturazione elettronica non rientra nella sospensione dei termini prevista dal decreto Cura Italia per l’emergenza da Covid-19. Ciò in quanto "documento destinato alla controparte contrattuale". Da questa affermazione si potrebbe dedurre che non è nemmeno applicabile la norma secondo cui il termine per l’emissione dell’e-fattura slitta al primo giorno lavorativo successivo se cade di sabato, domenica o festivo. Se vale questo assunto, quali sono le conseguenze sanzionatorie di un eventuale ritardo?
  5. Tutte le novità sulle misure urgenti in materia di società ed enti e in materia di giustizia civile, penale, tributaria, amministrativa e contabile adottate dal Governo per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 sono state analizzate nel documento della Fondazione Nazionale dei Commercialisti e del CNDCEC dal titolo “le disposizioni in materia di società, enti e giustizia”. Si tratta di un aggiornamento rispetto al documento pubblicato sulle medesime materie lo scorso maggio e giugno, che analizza le misure contenute nel Decreto “Cura Italia” n. 18/2020, convertito; nel Decreto “Liquidità” n. 23/2020, convertito; nel Decreto Giustizia n. 28/2020, convertito; nel DL Semplificazioni n. 76/2020 e nel Decreto “Rilancio” n. 34/2020, convertito.